Iscrizione x 1 anno
Rinnovo annuale
"Saltarello", Vincenzo Galilei
Trascrizione e Diteggiatura:
Renato Bellucci

Saltarello

Saltarello è uno dei miei grandi preferiti. La melodia, gioiosa e ritmata, contrasta con un basso-pedale che si muove sulla sesta, quinta e quarta corda, aperte tutte e tre.  La linea del basso si assomiglia a un suono di cornamusa.  Il saltarello era una danza antica e probabilmente proviene da una melodia popolare pastorale. 
Il pezzo è bello e allena il musicista ad acquisire l'independenza del pollice destro contemporaneamente al tirare in su del a-m ed i. Devi suonare in armonia con il timbro del tuo strumento per evidenziare tutta la bellezza del pezzo. Saltarello strapperà tanti applausi al tuo pubblico...


Saltarello, Vincenzo Galilei, Renato Bellucci Live in Buenos Aires, Argentina.

Ascoltami suonare Saltarello dal mio album "Guitar Celebration", 1990.

La sfida tecnica principale in Saltarello è riuscire a eseguire bene i legati ascendenti/discendenti. Questi costituiscono la linea melodica principale e la tecnica che si associa a essi è molto semplice e può essere padroneggiata isolando i singoli legati in esercizi creati da te stesso. Questi esercizi devono essere molto semplici e devono concentrarsi esclusivamente sul legato che stai tentando di eseguire. Qui sotto c´è un video che ho fatto per farti vedere come lavorare sia quelli ascendenti che quelli discendenti.

Spiegazione tecnica: legati ascendenti e discendenti


Saltarello, score 1
                                                                              cambio di posizione
VIDEO 1

Analisi:
Puoi iniziare direttamente all´inizio oppure suonare alcuni giri del basso-pedale per creare l´ambiente e la base per la costruzione della melodia. Usa il Mi aperto per muoverti a seconda posizione.
Mail Renato Bellucci renato@mangore.com
© 1997-2013 Mangore. All rights reserved.