Iscrizione x 1 anno
Rinnovo annuale
Ennio Morricone, "Chi Mai":
colonna sonora del film
"The Professional"
Versione e Diteggiatura:
Renato Bellucci


Ennio Morricone è stato compagno di classe e grande amico di tutta la vita del direttore Sergio Leone. Il trio Leone-Morricone-Eastwood è diventato una legenda degli anni 70.
L'attore Jean-Paul Belmondo ha reso irresistibile l'essere francese quando ha fatto il ruolo protagonico di The Professional. Una delle sue indimenticabili rese, nei panni della spia Joss Baumont. Una colonna sonora esilarante dal mitico Ennio Morricone aggiunge al suspense di questo giallo.
Ho trascritto parecchi capolavori di Morricone perche hanno grande affinità con la chitarra (The Mission, C'era una volta in America, ecc.) Chi Mai è uno dei miei preferiti.  Ho presentato l'esordio mondiale di questa trascrizione nel 1988. 

Ascolta "Chi Mai" 3:05, eseguito da Renato Bellucci: tratto dall´album "Guitar Celebration" 1990


Punti tecnici d´interesse:
  • Armonici ottavati (armonici pizzicati o armonici artificiali)
  • Vibrato
  • Barrè
  • Micro & Macro rilassamenti (solo iscritti)
  • Dito guida (solo iscritti)
  • Costruzione di accordi (solo iscritti)
  • Costruzione di accordi II (solo iscritti)
  • Leva (solo iscritti)

Print score Stampa lo spartito
Stampa in.pdf

Chi mai, staff 1
Video 1:

Analisi:
Analisi:
Muovi gentilmente la tua mano sinistra per creare un vibrato lento. Il vibrato nella chitarra è una fluttuazione regolare nella frequenza di una nota, e dipendendo dall'effetto che si voglia creare, può essere lieve, veloce, lenta, ecc. Si produce con un movimento della mano e dell'avambraccio mentre il dito sta schiacciando il tasto e le corde che vuole fare vibrare.


Una delle sfide principali di Chi Mai è amministrare e recuperare l'energia della mano sinistra il più possibile, e quante volte sia possibile. L'energia si recupera attraverso micro & macro rilassamenti. Servono in particolare quando si passa da una posizione ad un'altra o tra accordi successivi, rilassando la tensione delle dita con un'apertura controllata del pugno in cui si trova disposta la tua mano sinistra quando emerge dall'accordo o arpeggio precedente.

Appena suoni il Fa# della fine del pentagramma, rilassa le dita della mano sinistra completamente e sollevale dalla tastiera in modo perpendicolare rispetto alle corde per evitare rumori di corda, spostandoti agilmente alla nuova posizione sulla tastiera.

La lezione completa si trova nell´area iscritti

Asunción, 2 gennaio, 2004
Revisione: Asunción, 25 novembre, 2012
Rev-ita: Firenze, 23 novembre 2013


Mail Renato Bellucci renato@mangore.com
© 1997-2013 Mangore. All rights reserved.