Iscrizione x 1 anno
Rinnovo annuale
"Aria sulla corda di Sol", J.S. Bach (Suite orchestrale #3)
Trascrizione e Diteggiatura:
Renato Bellucci

Air on the G string for guitar

Sfide tecniche:

  • Cambio di presentazione della mano sinistra
  • Contrappunto
  • Accordi
  • Allungamenti della mano sinistra
  • Legato

Una delle suite barocche orchestrali pi conosciute la Suite No. 3 di Bach.  L'orchestra fatta da archi (primi e secondi violini, viole, cello, e contrabassi doppiando la parte del cello), tastiera, due oboi, tre trombe e i timpani.  L'aggiunta delle trombe e timpani hanno dato origine al termine orchestra da festival.  Il tastierista era il lider dell'orchestra, e normalmente gli altri musicisti si sedevano attorno a quello strumento.

Il secondo movimento della suite l'aria. Come l'aria fisica, l'aria musicale confortante e leggera.  Questa contiene alcune delle misure pi belle che Bach abbia mai scritto. Possiamo parlare di questa come L'ARIA. E' comunemente conosciuta come Aria sulla corda di Sol, dovuto all'arrangiamente por violino. L'arrangiamento stato fatto non da Bach ma da un violinista del 19esimo secolo.

Nella versione originale dell'Aria, i primi violini suonano una dolce melodia:

Air

La terza misura (pentagramma 2 qui sopra)  inizia con un Sol lungo. Il movimento dondola, discendendo a poi ascendendo. La melodia diventa pi]u interessante grazie alla ripetizione di una figura di appoggiatura che si ripete sempre pi in alto varie volte. Per enfatizzarne il disegno, l'accento ritmico naturalmente assegnato alle note cerchiate.  Lo stesso disegno si ripete nella misura dopo, solo che una nota pi in gi.

Il successo dell'Aria si trova nelle altre parti tanto quanto nella melodia stessa. Il secondo violino e la viola s'intrecciano effettivamente con la melodia. Il movimento di uno tende a rispondere al movimento dell'altro. Quando la melodia si sosta per un p, un'altra parte adotta il movimento nelle sue figure. Il cello ed il contrabasso sottolineano gli accordi in semplici crome. La linea sembra dirigersi come camminando piano, riflessiva e gentilmente, prima discendendo lungo la scala, e poi tornando dov'era iniziata.

Bach gioca anche con le stesse figure ma in ottave diverse, creando la giusta misura d'interesse. 

Infatti, tutta l'opera molto semplice, cosi superbamente semplice. Bach crea uno stato d'animo di serenit e aggiunge sufficente emozione da mantenere 'sollevate' le orecchie dell'ascoltatore. Questa musica illustra la maniera in cui un grande compositore usa gli accordi 'di sempre' con una proporzione di innovazione ed immaginazione.

In alcuni aspetti, la Suite No. 3 di Bach non tipica di questa forma musicale. Soltanto una delle danze, la giga, era un componente standard delle suite di allora. Non solo, ma quest'opera stata scritta per orchestra invece che per uno strumento di tastiera. 

Se io dovessi scegliere di suonare un solo pezzo al mondo, quel pezzo sarebbe l'Aria sulla corda di Sol. 



Renato Bellucci suona Aria sulla corda di Sol di J.S. Bach. Punta del Este, UruguayTV locale.

Ascoltami suonare "Aria sulla corda di Sol" tratto dal mio album "Guitar Celebration", 1990.

Air on the G string, Staff 1
\
Video 1

Analisi:
Assegna un dito della MD ad ogni corda. Osserva come il braccio aiuta il dito a schiacciare il Fa basso. Bach stato il maestro supremo della polifonia. Poteva far muovere 2,3, o 4 voci simoltanamente con infinita padronanza e stile. In un'aria ci sono principalmente 2 voci in movimento e Bach le spolpa al massimo. Il capolavoro risultante , senza dubbio, uno dei pezzi di musica pi sublimi mai scritti.
Mail Renato Bellucci renato@mangore.com
1997-2013 Mangore. All rights reserved.