La chitarra classica

Antonio de Torres Jurado, falegname spagnolo del secolo XIX, è l'uomo che viene spesso associato alla forma moderna della chitarra classica. La leggenda racconta che fu ispirato dalla figura di una giovane dama di Siviglia. Non proprio un'intuizione scientifica per un costruttore di chitarre. Le chitarre Torres furono le prime chitarre di dimensioni più grandi rispetto a quelle viste fino a quel tempo. Un corpo più grande della chitarra si traduce, naturalmente, in un suono più grande. Il disegno di chitarra fatto da Torres è stato il modello per i costruttori degli ultimi 100 anni.

La chitarra è fatta con un materiale vivo quale è il legno, e come succede con tutti gli esseri viventi, non esistono due chitarre uguali. Il fisico australiano Joe Wolfe, infatti, disse: "Il legno non è un materiale prevedibile." (Io suppongo che non sia necessario essere fisici, nè australiani, per accorgersene!). Questo è in parte il motivo per cui si associano così naturalmente l'imprevedibilità della chitarra e quella della donna... (personalmente penso che gli uomini possono essere imprevedibili quanto le donne).

Rosewood names
Clicca per sapere di più sul palissandro

Il movimento delle corde funziona come un pendolo ed ogni corda crea un modello molto complesso ed unico. Poi, tanto per aggiungere  complessità, ogni nota crea il suo modello assolutamente unico dentro il modello. Ogni volta che suoniamo un Mi, un Fa o un Sol sulla sesta corda, la chitarra si gonfia come un pallone, con la tavola armonica e il fondo oscillando più vicini e lontani l'uno dall'altro in rapporti di micron al secondo. Le diverse frequenze delle corde che suoniamo fanno riverberare diverse parti del corpo e del fondo. Le incatenature sotto la tavola armonica la dividono in modo da consentire la vibrazione di diverse parti della tavola a seconda della frequenza prodotta.

Passi principali nella costruzione di una chitarra
Making a Bellucci concert guitar
Attendi che l'animazione carichi...

L'immagine sopra, sebbene molto semplificata, mostra un fatto sicuro: la chitarra è uno degli strumenti più semplici da costruire. Pertanto, qualunque persona che affermi il contrario, fingendo di essere uno scienziato missilistico della costruzione di chitarre, sta mentendo.

Guitar plan

Ogni liutaio possiede un piano con tutte le misure di ogni pezzo di legno. I piani possono essere comprati -persino online- e le scelte si limitano ai dettagli e aggiunte del modello da costruire. Ti sarai ormai accorto che tutte le chitarre sono identiche, nella pratica. Tutte si basano sul modello Torres. Alcune hanno un listone o una tavola armonica in più. Oppure, sono fatte con diversi legni che evidenziano certe frequenze più di altre... facciano quel che facciano, le variazioni del suono sono pressochè impercettibili all'orecchio umano. Ricorda che uno Stradivari non è facile da differenziare da altri violini, persino per gli esperti, quindi non spendere eccessivamente per una chitarra. 

I costruttori hanno bisogno soltanto della ferramenta basilare di un falegname. Tutte le parti, a eccezione del collo, sono dritte, così non è necessaria nessuna abilità o ferramenta speciale per scolpire. La flessione del legno è facile come riscaldare o premere. Sotto si può vedere una morsa di piegatura.... 
Bend wood

I listelli ornamentali per lo strumento sono comprati al metro e pre-costruiti. Uno strumento come quello qui sotto serve per piegarli.
Binding tool
Anche le rosette e le meccaniche si comprano alla dozzina e semplicemente si piegano e si avvitano... Negli anni, i costruttori esperimentano qui e là e ci sono alcuni risultati che vale la pena ripetere. Altre volte, gli esperimenti devono solo essere lasciati cadere.

I legni di buona qualità diventano strumenti di prima classe perchè i tagli selezionati consentono una limatura (riduzione) più fine. Più sottile la tavola armonica, e più si gonfia quando la corda viene pizzicata, producendo un suono molto più potente. Alle tavole armoniche di grado più elevato corrispondono le limature più sottili. Per questo devi assicurarti che la tua chitarra sia costruita con i migliori legni possibili. E' meglio suonare su mogano di alta qualità che su palissandro brasiliano di bassa qualità. Una gran parte del palissandro che si trova in giro, purtroppo, è di qualità pessima. Il padre della chitarra moderna, il nostro Torres Jurado, ha dato prova del fatto che l'unica parte veramente importante della chitarra è la tavola armnica, non il fondo, non le fasce. Ha costruito una chitarra fatta di papier maché con una tavola armonica in cipresso, ed è risultata un successone come strumento.
Quindi anche questo è chiaro: spendere una fortuna su fondo e fasce è da cretini. Scegli in armonia con i tuoi gusti estetici.
Quando serve fare del lavoro d'intarsio delicato e inimmaginabile, vengono chiamati degli artisti speciali della costruzione, e oggi non se ne trovano... Osserva attentamente il lavoro fatto sulla Marín di Barrios del 1883. E' il tipo di intarsio che solo un pugno di uomini molto talentuosi può fare in tutto il pianeta: una vera opera d'arte.
Amazing inlay work

Enfatizzo queste cose perchè penso che i costruttori abbiano abusato - e che continuino a farlo, sempre di più - chiedendo cifre astronomiche di denaro per pochi pezzi di legno, ornamenti e gommalacca. Possono bastare qualcosa come 14 giorni di lavoro (duro) per costruire la migliore delle migliori delle chitarre... Pertanto, qualunque persona che chieda di aspettare 6 mesi per una chitarra, dovrebbe essere pagata molto poco... Sicuramente ha lavorato 5 mesi e mezzo nelle chitarre di chiunque altro e 15 giorni in quella richiesta da te...

La tavola armonica o "sound board" è la fonte più importante del suono in una chitarra. Abete, legno rosso di cedro e pino (canadese, spagnolo, italiano) sono le selezioni di legno preferite per costruire tavole armoniche favolose. I costruttori cercano alberi che siano cresciuti lentamente, solitamente su montagne fredde. Il motivo è che la densità del legno e delle fibre del legno sarà più alta in questi alberi, proprio per il fenomeno delle temperature bassissime. I pini sono generalmente gli alberi che crescono ad altitudini più elevate. Il costruttore può parlarti a lungo sulla densità di qualsiasi taglio di legno colpendolo leggeramente con le nocche. I venditori di legno specializzati fanno la selezione per te.
I liutai possono costruire solo poche dozzine di chitarre ogni anno e questo permette pochi esperimenti scientifici. Perciò la costruzione di una chitarra rimarrà più una forma di artigianato che una scienza.
.
Pochi chitarristi hanno bisogno di spendere più di 800 euro per suonare al loro miglior livello e, comunque, suonare bene è raramente associato all'etichetta del prezzo dello strumento. Spesso suono i miei vecchi strumenti da 100 $ (conservo i miei vecchi strumenti); quelle degli anni 70 (le mie) erano chitarre costruite con l'approccio di massimizzare la suonabilità (ottimo). Il suono era povero nel migliore ei casi, ma era per questo che si sognava di avere un giorno una 'bambina da concerto'.... Dopo gli anni 80, con l'avvenimento delle Yamaha e le Takamine e tutti i marchi da fabbrica di chitarre industrializzate, il mercato è stato invaso da una nuova specie di strumento laminato. Questi impressionano l'orecchio ma sono impossibili da suonare e inducono il suonatore a cedere ad ogni possibile difetto della mano sinistra e la sua delicata tecnica. Quindi, anche qui, c'è un bilancio, non troppo care, ma neanche da due soldi nel senso liutistico. Se sei un principiante oggi, DEVI comprarti una chitarra da concerto economica in modo da suonare NEL MODO GIUSTO fin dall'inizio. Evita di essere uno dei milioni che entrano nella trappola delle chitarre giapponesi da 400 dollari solo per non arrivare da nessuna parte con il loro non-suono. Più economica è la chitarra, più difficile sarà da suonare (e quindi anche raggiungere qualsiasi risultato tecnico o musicale).

Le chitarre dell'ordine di 7,000-12,000 USD, poi, sono strumenti-truffa. L'altissimo costo di vita degli Stati Uniti, l'Europa e il Giappone spiega parzialmente alcuni di questi folli prezzi... La verità è che siccome la maggioranza dei costruttori solo costruisce una manciata di strumenti al mese, si vedono costretti a 'guadagnare tutto' vendendo solo quei due o tre strumenti, e questo se sono fortunati. Il mercato libero può facilmente convertirsi in un mercato circo. Come regola, ricorda che se un liutaio comprasse i legni più rari e le tastiere e gli accessori più costosi, non spenderebbe più di 1200 $. Naturalmente, si arrivano a spendere cifre astronomiche anche in alcuni accessori ridicoli, come le meccaniche. Alcune marche costano ben sopra i 1000 US$. Un set di meccaniche da 300 dollari ti dura 2 vite, quindi spendere più di tanto è pazzesco. Cambiare meccaniche da 40 dollari ogni pochi anni è, nella mia opinione, la migliore delle opzioni.

Il vero panorama del caso è che i materiali sommano approssimativamente 400-600 $. Non esiste ragione per la quale alcune chitarre possano costare tanto. Non importa quello che dice il venditore. Alcuni ornamenti aggiuntivi e alcuni legni esotici possono arrivare a qualche centinaia di dollari… ma la chiave a tutto è il costruttore talentuoso, il costruttore naturalmente intuitivo con il legno, quello che può creare un vero strumento musicale.

La selezione dei legni è forse la parte più importante del processo di costruzione. Oggi si sa che il legno usato da Stradivari per i suoi violini costruiti nel periodo 1700-1720 era cresciuto in quella che gli scienziati chiamano l'era del ghiaccio microscopica che colpì l'Europa dalla metà del 1400 alla metà del 1800... causando negli alberi una crescita molto più lenta del normale. Grissino-Mayer in Tennessee ed il Dr. Lloyd Burckle in Colombia suggeriscono che una delle conseguenze di questa epoca di intenso freddo è stato lo sviluppo di un abete alpino raramente denso, per l'enorme giovamento di Antonio Stradivari ed altri liutai italiani famosi del secolo XVII. E' essenziale fidarsi del proprio costruttore e di coloro che gli hanno fornito il legno.

DATO INDISCUTIBILE: più spendi per una chitarra, meglio si aspetteranno che tu suoni!! Ha-haaaa!   

I paragrafi sopra hanno creato un'enorme onda reattiva negativa da parte di molti costruttori e venditori di chitarre in tutto il mondo. Sono stato l'obbiettivo di ogni tipo di commento diffamatorio in diversi degli online media. I miei alunni meritano di sapere la verità e a me, sinceramente, non può fregarmene di meno. Centinaia di suonatori in tutto il mondo gioiscono con i miei strumenti e si sono salvati dal dover spendere somme astronomiche per NULLA! I fatti parlano da soli.

Stradivarius

Diventando ossessivi con l'aspetto di un taglio in particolare si rischia d'ignorare quasi sicuramente fattori più importanti come la densità, la compattezza del grano e la contaminazione minerale.

(Questa formula si applica solamente agli strumenti nuovi... gli strumenti antichi o da collezione si valutano in modo diverso). Le chitarre antiche hanno un suono sporco. Non furono costruite come i violini Stradivari... furono i primi tentativi di costruttori appassionati ma amatoriali... di modo che, se ne compri una per il suono, preparati per la delusione della tua vita. Alcuni appassionati qui in internet possono offrirle per più di 20 o 30 mila $... semplicemente pazzi... e alcune persone sono ancora più pazze, tanto da comprarle! Do valore solo ai strumenti che sono stati suonati da grandi chitarristi perchè sono stati una parte dell'artista; così anche, porto grande rispetto per i strumenti che sono stati magnificamente decorati poichè sono dei veri capolavori irripetibili. Dai un'occhiata alla chitarra di Barrios Mangoré del 1883.

Barrios instrument
Magnify
Chitarra di Agustin Barrios

L'esca che cattura i chitarristi che finiscono per comprare questi strumenti costosi è che credono che suonare con queste chitarre costose sia più facile. FALSO! Gli strumenti spagnoli in particolare sono strumenti di difficile maneggevolezza per quanto riguarda l'action. La scuola di liutai spagnola è cresciuta attorno a Segovia e sono sicuro che avrai notato le mani di Segovia... enormi e ingombranti... il ché tradotto in massa muscolare ha reso facile per lui suonare questi strumenti. Non è il caso della maggioranza dei chitarristi. Specialmente dei chitarristi non professionisti.  

Segovia

Oggi, abbiamo a disposizione una scelta enorme di strumenti splendidi. Ecco cosa farei se dovessi comprare una chitarra oggi. Ci sono poche cose che si devono tenere presenti: dove suonerò la mia chitarra per la maggior parte del tempo? Saranno salotti da concerto, o clubs, locali, aule, il mio salotto o studi di registrazione? Utilizzerò un microfono e un impianto di amplificazione? (Nella foto, Segovia sta guardando la mia chitarra Luis Arban del 1976, nel suo studio)

Negli anni 80 (decade di eccessi), i costruttori di chitarre e i chitarristi cercavano di creare strumenti che li consentissero di suonare a volumi il più alti possibile in modo da poter mostrare al mondo che la chitarra era uno strumento  "veramente classico" (come se "classico" e "più udibile" fossero sinonimi). Alcuni di questi strumenti erano letteralmente bestie selvagge che avevano bisogno di "essere addomesticate" più che suonate. Nonostante questo, ho assistito a concerti dove si è suonato con questi strumenti e, se non avevi i soldi per sederti nelle prime 10 file, una zanzara che passava troppo vicina si sentiva meglio. Mentre nel tempo, con i progressi dell'elettronica etc., vedremo sempre di più concertisti di chitarra con impianti incorporati amplificare i propri strumenti. I liutai, d'altra parte, si sono resi conto che stavano mettendo il lavoro duro e il denaro nel posto sbagliato. Il peggio di tutto questo è che per ogni decibel in più di volume proiettato, si dovevano investire 3 o 4 mila dollari e il volume non si poteva aumentare poi più di tanto. La qualità del suono dipende dalla tecnica usata per pizzicare le corde, e il resto è suggestione o illusione. Durante le ultime due decadi, i costruttori di chitarra si sono concentrati di più sull'esperienza di un suono più gradevole, per cui la risoluzione dei problemi reali associati alla resa della chitarra si sta convertendo lentamente nell'obbiettivo principale.

Quali sono le caratteristiche che dovresti cercare in una chitarra? Penso che la miglior forma di valutare sia questa:

-Non chiedere troppe informazioni sul marchio, il legno, etc. Lo strumento più pesante è indicativamente il migliore. Rimarrà accomodato più facilmente e potrai costruirci una tecnica solida attorno.

-Compra strumenti musicali nuovi.

-Con le chitarre spagnole fai attenzione al seguente TRABOCCHETTO: la Spagna ha uno dei climi più asciutti d'Europa, specialmente Madrid. Se il posto dove vivi non è secco fino a questo punto, devi dare tempo al legno di adattarsi. Per la chitarra, più pericolose delle transizioni secco-umido sono quelle umido-secco. Il legno tenderà a perdere umidità più rapidamente di quanto sopportabile dal grano, e potrai vedere apparire crepe sulla vernice, sul legno e persino su i tasti (i tasti si scolleranno nella parte superiore o dietro - o anche in tutti e due i lati della tastiera). In questo caso quello che bisogna subito fare, a parte piangere, è mettere la chitarra nella stanza da bagno e lasciare aperta l'acqua calda per qualche ora.

-Se sei un neofito della chitarra, è probabile che tu non sia sicuro di cosa cercare o su come è la sensazione di avere una buona chitarra tra le mani. Se questo è il caso, permetti al costruttore o al tuo maestro di scegliere saggiamente.

-Se i soldi sono un fattore decisivo, aspetta. Non passerà molto tempo prima che tu possa permetterti una chitarra "unica".

Mantieni la mente aperta quando vai a scegliere una chitarra. Posso riportarti il seguente aneddoto del 1986:

John Williams (il chitarrista) era sul punto di dare un concerto per la BBC nel centro di Londra. Era un concerto a mezzogiorno con trasmissione dal vivo su una radio FM. Williams stava per suonare la sua Fleta. Un liutaio "sconosciuto" gli si avvicinò con una chitarra in mano e gli disse con accento Australiano:

-"Maestro Williams, Mi chiamo Smallman. Io costruisco chitarre. Mi piacerebbe se lei provasse questa, fatta da me".

Williams porse la mano per afferrare la chitarra e, rimanendo in piedi, suonò un paio di arpeggi rapidi e disse...
-"Dio. La suonerò immediatamente!"

Quella sera, Williams si esibì in concerto con la chitarra di Smallman. Ancora oggi, Williams suona la chitarra di Smallman.

Ho seguito la vicenda e negli anni ho visto Williams suonare con questa chitarra in ogni genere di sala, di repertorio, con amplificazione e senza amplificazione. Quello che ciò ci insegna è che, dal punto di vista del chitarrista, l'unica cosa davvero importante di una chitarra è che accattivi la nostra passione e immaginazione con il suo suono... il resto NON HA SENSO.

Dico questo perché da quando ho deciso di vendere chitarre paraguaiane attraverso il mio website, ricevo le domande più incredibili da alcuni chitarristi novizi che mostrano che, molto probabilmente, finiranno col suonare la chitarra che terze persone indicheranno loro come giusta.

-